Links zum Text und die Möglichkeit, diese Seite weiterzusenden, finden Sie am Ende dieser Seite


Fokus
11.2010


 Sviluppando un proposito iniziato con il progetto MARS, l'artist run space milanese nato da un'idea di Lorenza Boisi e gestito da una ventina di giovani artisti italiani, Cusio Artist Run Space (CARS) ha aperto uno spazio di residenza per artisti a Omegna (VB), località periferica sulle rive del lago d'Orta.


MARS e CARS - da Milano a Omegna


von: Patrick Gosatti

  
MR Potato's Head, La scultura è cangiante per natura, veduta dell'esposizione a Cars, 2010


Nel dicembre del 2008, MARS (Milan Artist Run Space) inaugurava, negli spazi situati in Via Guido Guinizelli 6, l'inizio di una dinamica programmazione costituita da eventi performativi e talvolta effimeri oltre che da una serie di rapide esposizioni a cadenza regolare dedicate ai diversi artisti invitati a partecipare e sostenere il progetto. MARS è nato da un'idea dell'artista italiana Lorenza Boisi che, senza una vera e propria intenzione curatoriale, ha invitato un variegato gruppo di artisti tra cui David Casini, Andrea Dojmi, Luigi Presicce o ancora Luca Trevisani a partecipare alla realizzazione di uno spazio per l'arte contemporanea interamente gestito da artisti e motivato a incrementare il discorso delle realtà no profit sul territorio italiano. Sotto il segno del confronto e del dialogo tra posizioni artistiche diversificate, MARS ha dimostrato di saper dar luogo a efficaci dinamiche nella capitale lombarda e di essere in grado di impiantarsi in una regione periferica come quella del Cusio.
Il progetto CARS costituisce infatti una sorta di satellite che prosegue ed estende le intenzioni del collettivo milanese. Favorendo un'attitudine di scambio e di sperimentazione nonché alimentando il dialogo con le realtà culturali locali, CARS intende dar luogo a delle situazioni di volta in volta rinnovate. Recentemente inaugurato come spazio di residenza per artisti, CARS costituisce così una realtà alquanto rara in Italia e senza dubbio un'occasione per dimostrare che le iniziative no profit sono in grado di giocare un ruolo essenziale all'interno del sistema dell'arte e un'alternativa alle ancora timide iniziative pubbliche destinate a questo tipo di iniziative.
Lo scorso 6 giugno, la mostra collettiva MR Potato's Head, curata da Luca Trevisani, segnava l'inizio delle attività. Un mese dopo, il duo di artisti torinesi Alis/Filliol inaugurava il primo programma di residenza e si appropriava dei generosi spazi di lavoro messi a disposizione per la durata di un mese. La residenza si è conclusa con FORT/DA, una mostra collettiva inaugurata il 3 ottobre nello spazio espositivo di CARS, situato in un vecchio stabile industriale, in cui Alis/Filliol rivestivano al contempo il ruolo di curatori e di artisti. Con l'intento di definirsi come una chiara e duratura presenza nel territorio, CARS prevede di sviluppare una serie di collaborazioni con le istituzioni culturali della regione e di costituire nel tempo una collezione tramite la donazione di un'opera da parte degli artisti ospitati.
Patrick Gosatti è curatore presso lo spazio d'arte contemporanea la rada. gosatti.patrick@gmail.com



Links

Anfang Zurück zum Anfang
Ausgabe 11  2010
Institutionen MARS [Milano/Italien]
Institutionen CARS ARTSPACE [Omegna/Italien]
Autor/in Patrick Gosatti
Künstler/in David Casini
Künstler/in Andrea Dojmi
Künstler/in Luca Trevisani
Künstler/in Luigi Presicce
Weitersenden http://www.kunstbulletin.ch/router.cfm?a=1011160842028LA-5
Geben Sie diesen Link an, falls Sie diesen Eintrag weitersenden möchten.